A Paola, un anno dopo


Ho ripensato spesso  ai nostri incontri

ricordo qull’asprezza che mi punse

svanì in un senso d’allontanamento

e forse  a me vicina mai lo fosti…

Sognavi nei pensieri avviluppati

ridevi a volte infine mi seguivi

negli occhi le tue rondini di giugno

le vidi che sfrecciavano leggere.

Mi  resta come spina la tua voce

la mia promessa l’ultimo saluto.

à

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...