Mal visto mal detto

L’occhio ritornerà nei luoghi dei suoi tradimenti. In congedo secolare da dove gelano le lacrime. Libero per un attimo ancora di versarle calde. Sulle beate lacrime che furono. Godendo al contempo del cumulo di minerale bianco.. Che in mancanza di meglio si accumula incessantemente su se stesso. Che se continua arriverà al firmamento. Alla Luna. A Venere.

 

 S. Beckett, Mal visto mal detto, Einaudi 1986  (pag.33)

 

 

4 pensieri riguardo “Mal visto mal detto”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...