Giorgio Caproni – Res amissa

Concessione

 

Buttate pure via

ogni opera in versi o in prosa.

Nessuno è mai riuscito a dire

cos’è, nella sua essenza, una rosa.

Giorgio Caproni
da ‘Res amissa’ Garzanti,  1991 (opera postuma)

.

Annunci

Un pensiero riguardo “Giorgio Caproni – Res amissa”

  1. Senza titolo

    Tutti quei fiori…

    Quei fiori così forti negli occhi
    fin quasi a spaccarli…

    Sassate…

    Spari di colori
    negli occhi violentati…

    Tutta quell’imperiosa alzata
    (quel volo – quell’impennata
    a stormo) d’aereoscarlatti fiori
    nel profondo degli occhi…

    ………

    (In guardia!…

    Basterà che li tocchi
    una voce, e il gelo
    ne coprirà all’istante
    la vampa – farà di cenere il cielo…)

    (Giorgio Caproni, Res amissa)

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...